irriverente.com
Home Gossip

Rocco Siffredi: Il Vizietto, Le Lacrime e La Sua Confessione Più Vera

GARD Pro Not Registered

GARD Pro Not Registered

Per Rocco Siffredi, la definizione di attore hard è decisamente riduttiva. Ha fatto del porno uno stile di vita, è stato in grado di costruire un personaggio credibile e anche simpatico, nonostante il lavoro non troppo convenzionale. Ha appena compiuto 50 anni ed in un’intervista a Repubblica, ripercorre i primi anni della sua carriera, raccontandosi.

La prima esperienza sessuale, come accade per molti, è avvenuta con la masturbazione…Col piccolo particolare, esilarante a distanza di anni che racconta lui stesso: “Ho scoperto la sessualità presto. A dieci anni già mi masturbavo. Purtroppo la finestra del bagno dava sul terrazzo dove mia madre stendeva i panni. Così un giorno apro gli occhi e vedo mamma che mi guarda. Sono rimasto chiuso in bagno per altre due ore, non avevo il coraggio di uscire. È stata lei a chiamarmi: “Hai finito? La pasta si fredda […] ”

GARD Pro Not Registered

LA MAMMA ARRABBIATA: “DISGRAZIATO GLIELO METTI DAVVERO DENTRO?”

Il rapporto con la famiglia, poi diventa difficile quando si fa un mestiere del genere, Siffredi racconta di non aver mai confidato ai suoi il lavoro di attore porno. Un  giorno, però scopre una rivista dove c’era lui nel comodino della mamma che lo rincorre arrabbiata per casa, ma sembra più un teatrino che la realtà: “Ho capito che lo sapevano scoprendo nel comodino di mia madre una rivista dove c’ero io. Sono stato io a scoprire lei. E allora lei m’insegue per casa, colpendomi con la rivista, e gridando: “Disgraziato, glielo metti davvero dentro?”. E io: No mamma, di lato…”

LA MORTE DEL FRATELLO

A soli 6 anni, Rocco Siffredi perde il fratello di 12 e, come è facile immaginare, la famiglia si chiude in dolore immenso. “Una girandola di felicità e dolore. Avevo sei anni quando è morto mio fratello di dodici. Per anni mia madre ha continuato ad apparecchiare anche per lui. Per tutta la vita, lei e mio padre, sono andati ogni giorno al cimitero. Andavano in Vespa, anche d’inverno. Niente li fermava; pioggia, grandine, neve. Mia madre, piena di reumatismi, diceva: “Colpa di tuo padre, nemmeno la patente s’è riuscito a prendere”.

LA PULSIONE DELL’UCCELLO NON C’ENTRA CON MIA MADRE

L’Amore che lo lega alla madre è viscerale, ma Edipo non c’entra. Tuttavia vicino alla sua fede al dito c’è quella di sua madre, segno di un profondo affetto.

IL CONFRONTO CON JOHN HOLMES

Rocco Siffredi parla del suo rivale immaginario: “Lui era uno yacht, io il suo tender. Con Holmes ci siamo incontrati solo una volta, sul set di Banana al cioccolato. Lui non riusciva a stare con Cicciolina, non gli piaceva. C’erano due fluffers, ragazze che devono provocare l’erezione, solo per lui. In generale lui è stato sempre uno concentrato solo su se stesso. Non gli importava niente delle donne”.

MIO PADRE FA QUELLO CHE FACCIO IO NEI FILM

Alla domanda: “Da chi hai ereditato la tua sessualità dirompente?” Non ha dubbi: il padre. “Faceva il cantoniere, puliva strade. L’ispettore non lo trovava mai sul lavoro. Papà entrava nelle case quando i mariti erano a lavoro: “Scusi signora, ha un bicchiere d’acqua?”. Quando mia madre era in ospedale, in punto di morte, lui si mette a fare lo scemo con la vicina di letto, anche lei moribonda peraltro. E mia madre a me: “Portamelo via da qui, per favore, non me lo far vedere.” […]Dopo la morte di mia madre, mio padre poteva fare quel che voleva. Ma tanto aveva desiderato rimanere solo, che non ha combinato niente. Tutte le vedove gli hanno detto di no. appena moriva un collega, lui si presentava a casa: condoglianze e proposta di matrimonio alla vedova. Era un pacchetto. L’unica che gli ha detto sì, è morta dopo una settimana. Si erano conosciuti ai giardinetti. Lui mi diceva orgoglioso: “Rocco, faccio tutto quello che fai te nei film, preciso preciso”.

La proposta di OCCHIO AL LOOK ispirata a Chiara Biasi:

Occhio al Look vi propone un outfit per le vostre serate in discoteca, di una marca particolarmente amata: Desigual. Alcuni prodotti, al momento in cui scriviamo, sono al 50% di sconto, cliccate sulle foto per tutti i dettagli.

(Lo shopping che vi proponiamo è garantito e sicuro con carta di credito o contrassegno con spedizione ereso gratuiti, testato da Occhio al Look. Avete tempo fino a 100 giorni per effettuare il reso che vi sarà rimborsato direttamente sulla carta di credito)

chiara biasi

  

 

 

 

 

Lascia una replica

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.