irriverente.com
Home News

Inter-Icardi: storia di un amore a metà

GARD Pro Not Registered

GARD Pro Not Registered

Quando nell’estate del 2013, grazie anche all’interesse nell’operazione manifestato da Nike, l’Inter decise di investire 13 milioni di euro su un ragazzo argentino di appena 20 anni che si era messo in mostra solo con la maglia della Sampdoria, erano stati in molti a storcere il naso. In pochi avevano infatti previsto che quell’attaccante originario di Rosario e cresciuto nelle giovanili del Barcellona sarebbe diventato un pilastro dei nerazzurri, diventando uno dei centravanti più forti e prolifici a livello mondiale.

Il difficile rapporto con l’ambiente nerazzurro

GARD Pro Not Registered

All’inizio della sua avventura a Milano, tra Icardi e i nerazzurri era sbocciato l’amore. Poi, all’improvviso, nel rapporto tra Mauro, società e compagni di squadra, qualcosa si è incrinato e, alla fine, l’allora allenatore Spalletti era giunto alla decisione di privare Icardi della fascia di capitano che indossava da due stagioni. A pesare su questa scelta, erano state le dichiarazioni dell’agente e moglie Wanda Nara che avevano indispettito e non poco tutto l’ambiente nerazzurro. Eppure, pochi attaccanti nella storia dei nerazzurri sono riusciti a mantenere la media realizzativa di Maurito, autore di ben 111 reti in appena 188 gare ufficiali: un bottino da far impallidire tutti i più forti centravanti a livello mondiale. Le cose tra Icardi e l’Inter non sono andate come tutti avrebbero sperato e, alla vigilia di questa stagione, la società è giunta alle decisione di cedere il bomber argentino al Paris Saint-Germain, con i francesi che secondo le scommesse calcio erano ancora una volta i favoriti per la vittoria del campionato francese e della Champions League.

La nuova avventura al Paris Saint-Germain

L’avventura di Icardi in terra parigina non è andata affatto male e Maurito è riuscito a mettere a segno 12 reti in 20 partite, ma a pesare sul rendimento del ragazzo di Rosario è stata sicuramente la concorrenza spietata dei compagni di reparto Cavani, Mbappé e Neymar, un trio su cui chiunque farebbe fatica a imporsi. Come raccontato anche in un articolo di l’insider, a ogni modo, il Paris Saint-Germain ha egualmente esercitato il diritto di riscatto per la prossima stagione che, inizialmente previsto per una cifra vicina ai 70 milioni di euro, causa coronavirus è stato fissato a 50 milioni più bonus. L’avventura tra l’Inter e Icardi è quindi giunta al capolinea e la sensazione è che difficilmente in futuro assisteremo a un ritorno di fiamma. Se è vero che in queste situazioni è difficile individuare un unico colpevole a cui imputare la responsabilità del divorzio, è altrettanto vero che in questa vicenda i capricci di Icardi e sua moglie hanno giocato un ruolo decisivo e che in molti in casa Inter avrebbero trattenuto Mauro a Milano per sempre.

Così, però, non è stato e i tifosi nerazzurri, rassegnati all’idea di fare a meno di uno dei loro bomber preferiti, si stanno consolando con i goal di Lautaro e Lukaku che, a dire il vero, non stanno facendo assolutamente rimpiangere Maurito.

Lascia una replica

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.