irriverente.com
Home Spettacolo Cinema

Frozen capolavoro o “minestra riscaldata”?

GARD Pro Not Registered

GARD Pro Not Registered

Cos’è Frozen?
Ennesimo capolavoro Disney oppure la solita minestra riscaldata di un ciclo di cartoni animati che non resteranno nella memoria come “i nostri” Cenerentola et similia?

Diciamo che la verità sta nel mezzo.

GARD Pro Not Registered

Frozen è uno di quei cartoni animati natalizi che come è tendenza di questi ultimi anni strizza l’occhio oltre che dei bambini anche dei genitori.
Una comicità pungente e sana, una storia di sentimenti, l’eroina che si salva da sola o quasi…
Insomma gli ingredienti sono quelli soliti, ma in questo film hanno l’apporto di uno sviluppo del disegno tridimensionale formidabile, tutto a disposizione delle possibilità narrative degli sceneggiatori che riescono a farci ridere di gusto ed a commuoverci, ma che non riescono a caratterizzare personaggi e storie in modo soddisfacente, forse anche per la brevità della pellicola.

Frozen è un film da vedere con i propri bambini perchè non troppo lungo e difficile per i più piccoli, allo stesso modo gli adulti lo apprezzeranno sempre per la brevità ed anche per le situazioni comiche esilaranti.

Forse richiama un po’ troppo Rapunzel?

Si in effetti si ha un forte senso di dejá vu, ma ricordiamoci che quel cartone per la Disney rappresenta ancora un moderno capolavoro ed allora crediamo che non si commetta peccato a prenderne ispirazione!

Sinossi
La principessa Elsa è la primogenita della famiglia reale di Arendelle, ed è nata con un particolare potere magico: può infatti creare e manipolare il ghiaccio e la neve. Finché è bambina, questo particolare dono sembra una simpatica magia, tanto che lei lo usa per giocare insieme alla sua sorellina Anna. Una notte, tuttavia, Elsa colpisce involontariamente quest’ultima con un getto di ghiaccio che la lascia priva di sensi e completamente gelata. Il re e la regina di Arendelle chiedono aiuto ai Troll, il cui re spiega che il potere di Elsa è al contempo un dono e una maledizione, perché troppo potente da gestire. I genitori delle bambine chiedono che ad Anna sia rimosso il ricordo di questi poteri, e decidono di tenerli nascosti al mondo chiudendo per sempre le porte del palazzo reale. Anche il rapporto tra le due sorelline viene pesantemente minato, in quanto esse non possono avere più contatti. Il re e la regina, anni dopo, muoiono in una tempesta…

Lascia una replica

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.