irriverente.com
Home Società Tecnologia

Fitbit Flex la prova del braccialetto per il fitness leggero, ma non solo

GARD Pro Not Registered

GARD Pro Not Registered

Fitbit Flex, uno dei più rinomati ed utilizzati braccialetti contapassi in commercio.

Si presenta in sei colorazioni, grigio, nero, blu,, azzurro, rosso e verde, ha il caratteristico display a 5 puntini ed il “cinturino” intercambiabile. Il “core” è un piccolissimo parallelepipedo nero che va estratto dal cinturino in silicone solo per la ricarica, il Flex è infatti interfacciabile tramite Bluetooth con il Pc/Mac o iPhone/Android.

GARD Pro Not Registered

imgres-2

Ho voluto prendere il fitbit dopo la deludente esperienza con un Jawbone UP seconda versione che proprio prima di Natale è morto a causa del cedimento della batteria dopo soli 7 mesi di utilizzo “casual”.

UP vs Flex

Approfittando di un’offerta molto allettante di Amazon è arrivato il 27 dicembre in colorazione grigia, purtroppo non ho potuto “travasare” i dati raccolti dal Jawbone perchè i due database sono incompatibili quindi ho iniziato tutto da capo.

La prima cosa da fare è scegliere la dimensione del cinturino, nella scatola ci sono entrambe le misure, small e large (dello stesso colore), poi si prende il contapassi e lo si ricarica con lo speciale cavetto fornito per almeno 30 minuti finchè non sono presenti 3 pallini. Fatto tutto si può collegare il piccolo ricevitore Bluetooth dedicato al Mac (non sono riuscito a far funzionare quello integrato nel mio MacBook Pro retina) e collegarsi al sito www.fitbit.com, di lì si potrà scaricare l’applicazione, effettuare la registrazione e sincronizzare il contapassi.

L’operazione può essere effettuata anche con la sola applicazione per iPhone o Android.

Il software del fitbit Flex sia in versione desktop che mobile è chiaro e pulito, ma non in italiano. C’è il computo dei passi, dei chilometri percorsi, delle calorie bruciate, delle attività fisiche, del sonno, delle calorie acquisite e bruciate e dell’acqua bevuta. Infine è presente anche un motivatore per perdere, mantenere o acquistare peso.

A COSA SERVE?

Innanzitutto ci fa rendere conto della reale attività motoria che facciamo giornalmente, poi ci motiva a perseguire una corretta dieta alimentare, ci traccia uno schema di come dormiamo e quando ci svegliamo, infine ci motiva ad andare avanti nel nostro percorso. Tutto questo perchè il fitbit Flex serve soprattutto ai casual fitness e non ai veri patiti.

fitbit flex

Principale differenze con il Jawbone UP sono che questo non ha la vibrazione antipigrizia e per il sonno non distingue il profondo da quello leggero, per il resto è tutto molto simile all’altro. Una grossa limitazione sarebbe quella del software in inglese e della lista dei cibi anch’essa piena di piatti statunitensi, francesi, inglesi e spagnoli ma…

MY FITNESS PAL

Non è una funzione del fitbit nè dell’UP, ma è un’applicazione che si interfaccia a questi prodotti per rendere più piacevole la stesura del diario giornaliero delle attività e dei pasti, interamente in italiano, customizzabile dagli utenti che inseriscono e rendono disponibili le proprie ricette e freeware per la maggior parte delle funzioni che interessano ad un casual fitness.

screen480x480

Un compendio essenziale per ogni braccialetto contapassi, soprattutto universale che se l’avessi usata prima con l’UP mi avrebbe consentito un passaggio quasi trasparente al nuovo braccialetto.

PERCHE’ COMPRARLO?

Perchè siete patiti della tecnologia e volete sperimentare, perchè siete sedentari e volete stimolarvi, perchè è in offerta e costa la metà dell’UP che pure soffre di questo grave difetto di conformità (per il quale sono in contatto con il supporto tecnico, ma che poco o niente ha potuto .ndr).

La ragione principale, però, resta quella dell’utilità dell’interazione fra il diario di ciò che si mangia, della bontà del sonno e dell’attività fisica giornaliera che fatte “a mano” sarebbero difficilissime da registrare, ma che con l’accoppiata fitbit e Myfitnesspal risultano semplici e stimolanti.

DIFETTI?

Ce ne sono purtroppo, il primo è la gestione degli stati del dispositivo, si tocca rapidamente due volte per sapere quanto si è vicini all’obiettivo giornaliero, si tocca più volte velocemente per passarlo in modalità sonno, a volte impazzisce e ci si impiega più tempo per cambiare modalità, oppure si muove il polso anche solo per asciugarsi le mani e viene interpretato come un comando.

FitBit_Flex_35566773_07_620x433

Vorrei la distinzione tra sonno profondo e quello leggero (utile per capirne la qualità) e che il contapassi funzionasse senza chiave con il Mac (comunque sincronizzandolo con l’app mobile si ottiene lo stesso risultato).

Infine vorrei utilizzare solo Myfitnesspal e non avere due programmi, quello della fitbit per la sincronizzazione ed il secondo per tutto il resto.

LO CONSIGLIO?

A 74,99 euro è un ottimo prodotto, anche il Jawbone UP che pure ne costa ancora 129,99 di euro lo era ma si è rotto dopo soli sette mesi, questo se durerà un annetto sarò pienamente soddisfatto.

Infine un consiglio, se lo comprate da Amazon godete della loro garanzia e se si dovesse rompere lo potete restituire con i due anni di garanzia italiana.

images-2

(Il braccialetto è stato regolarmente acquistato da Amazon, non abbiamo nessun rapporto pubblicitario con FitBit ed il link per chi volesse acquistarlo dona una piccola commissione a questo blog senza spese per l’acquirente)

Riepilogo sul prodotto
VALUTAZIONE
7 repliche a questo articolo
  1. Mio compagno e io abbiamo preso due fitbit flex. Abbiamo scoperto che spessissimo registra i movimenti del braccio non dominante come passi quindi io ieri ho fatto 3 kilometri solo scrivendo sul computer! Sui passi non ci risulta per niente affidabile. Sulle calorie bruciate, abbiamo grossi dubbi. Sul sonno idem. Lui dorme pochissimo in generale e io come un ghiro. Fitbit registra che lui dorme piu di me. Insomma, pensiamo di restituirli… Ci ha deluso molto.

    • Io, invece, ho notato che ci prende bene.
      Lo paragono al Jawebone UP che avevo prima ed è più preciso. Anche nei lunghi tragitti in macchina o nelle lunghe sessioni di scrittura al computer.
      Sempre tenuto sul braccio on dominante.

  2. Ma come si fa a collegare il braccialetto fitbit flex all’app myfitnesspal in modo da scambiare i dati fra il bracciale e l’app?

    • @ Antonio Devi innanzitutto farti un account su Myfitnesspal, fatto questo devi andare nel menù applicazioni e consentire all’app di accedere ai dati del fitbit selezionando il braccialetto dalla lista di periferiche compatibili. dopo dai l’ok e si sincronizzerà sempre in automatico.

  3. Funziona correttamente, con indicazioni delle distanze molto precise. Purtroppo il braccialetto, che ospita il dispositivo, si è rotto dopo poco più di due mesi dall’acquisto, a dimostrazione di una qualità proprio modesta.

    • Un vero peccato, io l’ho portato per più tempo, ma poi ho acquistato anche altri colori che alterno quindi non so se tenerlo due mesi sempre al polso possa romperlo. Diciamo, però che in 8 mesi alternandone 3 differenti ho potuto notare solo che si sporcano ed “ingrigiscono” ed ancora non capisco come lavarli!

  4. Mah…devi prendere a pugni la tastiera per fargli credere che ogni pigiata di stasto sia un passo…mah…messo come dominante sul braccio non dominante sembra alquanto preciso…e quando si è in macchina basta utilizzare l’app drive bit, gratuito…e il gioco è fatto!!! Buon prodotto, sono soddisfatto!!!

Lascia una replica

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.